Materiali a contatto con gli alimenti

moca

MOCA (materiali che vengono in contatto con gli alimenti) – Gli alimenti vengono a contatto con molti materiali e oggetti durante le rispettive fasi di produzione, trasformazione, conservazione, preparazione e somministrazione, prima del loro consumo finale. Tali materiali e oggetti sono denominati materiali ed oggetti a contatto con gli alimenti (MOCA) – ad esempio contenitori per il trasporto degli alimenti, macchinari per la trasformazione dei prodotti alimentari, materiali da imballaggio, utensili da cucina, posate e stoviglie – e dovrebbero essere sufficientemente inerti da evitare che i loro componenti incidano negativamente sulla salute del consumatore o influenzino la qualità degli alimenti. Per garantire la sicurezza dei MOCA e per favorire la libera circolazione delle merci, nell’Unione europea (UE) vige una serie di requisiti legali e forme di controllo.
È possibile reperire maggiori informazioni sui MOCA sul sito web della Commissione europea, alla pagina http://ec.europa.eu/food/food/chemicalsafety/foodcontact/index_en.htm, dove sono presenti anche i collegamenti alla normativa di riferimento.

Legislazione
La legge dell’UE prevede regole vincolanti che gli operatori economici devono rispettare.
Queste possono avere una portata generale, vale a dire applicarsi a tutti i MOCA, oppure applicarsi soltanto a specifici materiali. La legge dell’UE può essere integrata dalla normativa nazionale degli Stati membri, qualora non esistano norme UE specifiche.

Legislazione generale
Il regolamento (CE) n. 1935/2004 prevede un quadro normativo UE armonizzato. Fissa i principi generali di sicurezza e di inerzia per tutti i MOCA.

I principi stabiliti nel regolamento (CE) n. 1935/2004 impongono che i materiali non:

  • rilascino loro componenti negli alimenti in quantità tali da mettere in pericolo la salute umana;
  • comportino una modifica inaccettabile nella composizione, nel gusto e nell’odore degli alimenti.

Inoltre, il quadro normativo prevede:

  • regole speciali per i materiali attivi e intelligenti (non sono concepiti per essere inerti);
  • possibilità di adottare misure UE aggiuntive per specifici materiali (ad esempio la plastica);
  • la procedura per eseguire le valutazioni di sicurezza delle sostanze utilizzate
    nella fabbricazione di MOCA, che coinvolgono l’ Autorità europea per la sicurezza alimentare;
  • regole sull’etichettatura, comprendenti un’indicazione circa il loro impiego (ad es. come macchina da caffè, bottiglia da vino o cucchiaio da minestra), oppure tramite riproduzione del simbolo (calice);
  • la documentazione per dimostrare la conformità e la rintracciabilità.

fonte: http://ec.europa.eu/

The following two tabs change content below.
Dott. Giuseppe NORELLI
BIOLOGO-NUTRIZIONISTA - Mi occupo di problematiche legate all'alimentazione umana, al benessere, ed al corretto stile di vita con la passione (secondo lavoro) per il web. Scrivo articoli scientifici appena ho un po di tempo. Amo la natura. Amo correre. Ogni spunto è buono per leggere, approfondire e documentarmi su tutto poichè ogni cosa mi incuriosisce. Se vuoi sapere qualcosa in più su di me visita il mio sito: http://www.studionutrizione.net
Dott. Giuseppe NORELLI

Ultimi post di Dott. Giuseppe NORELLI (vedi tutti)

  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*