Come consumare gli ortaggi e le verdure

Gli ortaggi si consumano freschi o conservati in vari modi, in ogni caso, la conservazione prolungata, comporta una diminuzione del valore nutritivo in seguito alla decomposizione enzimatica di alcune vitamine. Per i vegetali che vanno cotti prima del consumo è opportuno effattuare una cottura a vapore per limitare la perdita di sali minerali e vitamine.

In un’alimentazione equilibrata non esiste un ortaggio migliore di un altro, ma è una buona regola variare ogni giorno la tipologia di ortaggi in maniera tale da garantire una più completa assunzione di vitamine e sali minerali. E’ opportuno inoltre rispettare la stagionalità di questi prodotti. Allo scopo di evitare il consumo di ortaggi fortemente trattati con fitofarmaci (anticrittogamici, diserbanti, insetticidi) è opportuno orientarsi verso il consumo di ortaggi freschi di stagione e preferibilmente da “agricoltura biologica” dove non si impiegano pesticidi chimici inquinanti o altre sostanze nocive per la nostra salute.

CLASSIFICAZIONE DEGLI ORTAGGI

Gli ortaggi vengono solitamente classificati in base alla parte vegetale che viene consumata,. pertanto si distinguono ortaggi con struttura a:

  • radice: carota, rapa, ravanello, bietola, ecc;
  • tubero: patata, batata o patata americana;
  • bulbo: aglio, cipolla, porro;
  • fusto: sedano, cardo;
  • foglia: lattuga, bieta, spinaci, radicchio, rucola;
  • frutto: pomodori, melanzane, peperoni, zucca, cetrioli;
  • gemma: asparagi, cavolino di Bruxelles;
  • fiore: cavolfiore, carciofo.
The following two tabs change content below.
Avatar

Redazione Ladieta.biz

Ci occupiamo della pubblicazione di articoli inviati dagli utenti, della supervisione di essi. Alcuni di essi vengono reperiti su siti istituzionali di enti pubblici Italiani o internazionali.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*